IL CANILE ZOOANTROPOLOGICO-DA STRUTTURA PROBLEMA A CENTRO DEL RAPPORTO CON IL CANE

Categoria:

Descrizione

Anno Pubblicazione: 2007

Editore: E.M.S.I. EDIZIONI MEDICO SCIENTIFICHE

Il canile rappresenta oggi dei nodi cruciali del rapporto uomo-animale, capace a un tempo di svelare le criticita’ della pet-owernship e dell’integrazione socilae del cane e di testimoniare il posizionamento dell cultura nella capacita’ di offrire soluzioni adeguate alla natura del problema.Fino ad oggi il canile e’ stato affrontato essenzialemente come approccio sanitario e/o protezionista, talvolta con difficili tentavi di completazione altre volte con aperti contrasti tra le due impostazioni.Non vi e’ dubbio che oggi sia necessario superare entrambe queste filosofie non tanto per rinnegarle quanto piuttosto per trovar loro una nuova integrazione all’interno di un paradigma piu’ complesso che sappia valorizzarne i punti forza ma al tempo stesso evitare gli eccessi e le aberrazioni.Per far questo e’ necessario da una parte superare la concezzione di canile discarica dall’altra riformulare sotto il profilo strutturale e gestionale il canile passando da un’ idea di mantenimento dei cani ad una formazione dei cani.Il canile che qui viene presentato ha poco da condividere con la visione tradizionale o stabulativa dove ci si riferisce al come come entita’ da ospitare per l’adozione in modo generalista.Pendiamo peraltro che per andare in questa direzione sia necessario il coninvolgimento di professionisti specifici quali veterinari comportamentalisti ed educatori cinofili e parimenti si renda indispensabile una formazione specifica dei volontari.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “IL CANILE ZOOANTROPOLOGICO-DA STRUTTURA PROBLEMA A CENTRO DEL RAPPORTO CON IL CANE”